Nunatak n. 56 – primavera 2020

↑ VAI AL PDF ↑

 

Nonostante le difficoltà di questo periodo “emergenziale” abbiamo voluto comunque uscire con la rivista per tempo, in questa strana primavera. L’abbiamo fatto proprio per raggiungere fisicamente i nostri lettori e le nostre lettrici, in un momento in cui tutto sembra volgere definitivamente verso il virtuale. Noi no. Per questo chiediamo a tutti gli amici e le amiche di Nunatak uno sforzo in più per far circolare queste pagine. Oggi più che mai, se passando di mano in mano serviranno a far rivedere delle persone, a incontrarne di nuove, a spezzare l’isolamento, a rompere divieti, ad aprire crepe in quella normalità a cui non vogliamo tornare, avranno raggiunto il loro scopo.

SOMMARIO

Editoriale. Il problema è la soluzione

5G, verso un controllo totalitario, di Resistenze al Nanomondo (Bergamo)

Fuochi sulle Alpi. Prima parte: ritualità e sussistenza, di Michela Zucca

Il materialismo della gioia, lettera di Manuel Oxoli (Carcere di Monza)

Agrafa: contro l’eolico industriale e la speculazione “verde”, da Apatris

Quintino e la “difficile resistenza” in Trentino Alto Adige, di Enzo Ianes

Trùc, un’esperienza in cammino, di Trùc (gruppo di escursionismo politico)

Bambù e barbecue… Saperi senza tempo né confini, di Lettore Anonimo

EDITORIALE – Nunatak n. 56, primavera 2020

Il problema è la soluzione

Mentre la vita reale, per chi sta rinchiuso in casa, sembra rallentare come per chi è detenuto, la vita virtuale accelera macinando ogni minuto un nuovo imperdibile bollettino di guerra. Noi invece continuiamo a uscire ogni stagione, su carta, come sempre. Una scelta che rivendichiamo senza sindromi di inadeguatezza. Crediamo, tanto per iniziare, che tempo e spazio per ragionare non siano mai un lusso, e che libertà d’azione e di parola non siano barattabili con nulla, neanche con fantomatiche “salvezze”. A meno di non voler rinunciare a vivere per paura di morire.

Continue reading “EDITORIALE – Nunatak n. 56, primavera 2020”